Cura del tatuaggio

Per la buona riuscita di un tatuaggio non è importante solo l’esecuzione, ma anche la cura è determinante.

Varie cure

Ci sono varie scuole di pensiero e vari sistemi, questo è quello che prediligo e che consiglio ai miei clienti tenendo presente che personalmente in base al lavoro del cliente e in base alla stagione può subire alcune varianti, in genere spiego sempre a fine tatuaggio la cura nel dettaglio.

La cura del tatuaggio CLASSICA:

  • Dopo 2-4 ore dalla fine del tatuaggio rimuovere la pellicola che vi è stata applicata.
  • I primi giorni della guarigione bisognerà evitare di toccare il tatuaggio con mani non lavate accuratamente. in questo modo eviterete di veicolare batteri o altro che tramite le mani non pulite potrebbero trovare dimora sulla superfice delle stesse.
  • Lavare abbondantemente ed accuratamente il tatuaggio con sapone neutro ed acqua tiepida/calda. Questa operazione decongestiona la zona tatuata e da sollievo alla parte tatuata.
  • Mai lavare il tatuaggio con acqua fredda perchè farebbe gonfiare ulteriormente la parte trattata; fatto ciò bisogna tamponare, senza strofinare, la zona interessata con un panno morbido e pulito per evitare di veicolare micro particelle indesiderate.
  • Lasciare respirare il tatuaggio per 30 minuti e riapplicare UN LEGGERO STRATO DI CREMA, successivamente questa operazione andrà ripetuta almeno mattina e sera, la pellicola non andrà più messa salvo la prima o la seconda notte solo per andare a letto.
  • Continuare in questo modo per 3 settimane, tenendo pulito e mettendo un velo di crema apposita per la cura del tatuaggio 2-3 vole al giorno. La crema deve essere assorbita non deve restare a vista in questo modo la pelle respirerà e il tatuaggio guarirà prima, in caso contrario mettendo troppa crema rallenterà il processo di guarigione che per avvenire velocemente ha bisogno di ossigeno.
  • Nella fase di guarigione è importante indossare indumenti comodi che non vadano a irritare il tatuaggio, sono meglio tollerati vestiti di cotone meglio se bianco o comunque lavati già molte volte per evitare che le sostanza contenute nelle colorazioni degli abiti possano interferire con il tatuaggio.
  • Non grattare il tatuaggio e non rimuovere eventuali pellicine o crosticine che dovrebbero venire a formarsi. Va tenuto presente che ogni individuo ha modalità di guarigione proprie.
  • Variazioni a questo metodologia vengono consigliate in funzione della stagione e del lavoro che il cliente svolge e di altri fattori, questo è in linea di massima un metodo ben tollerato dalla maggior parte delle persone.

Cura secondo metodo (questa è una variante che molti usano con successo anche se io preferisco la prima)

Dopo l’esecuzione del tattoo consigliamo di tenere la medicazione per un paio d’ore, dopodichè togliere il
tutto e lavare con abbondante acqua tiepida e sapone ph 5.5 la parte trattata.

Sciacquare molto bene e asciugare tamponando, lasciare passare qualche minuto guardare se il tattoo rilascia ancora liquidi. Nel caso andare avanti ad asciugarli fino a farli smettere. Non coprire più il tattoo con nessun tipo di cellophan, garza, cerotti o qualunque altra cosa.


Non usare vaselina o altre creme tenerlo solo a contatto con indumenti di cotone pulito o indumenti adatti alla posizione affinché il tattoo possa respirare, non coprire con fazzoletti. I giorni successivi lavarlo ripetutamente 3 volte al giorno con acqua tiepida e sapone ph 5.5 asciugarlo sempre delicatamente con un’asciugamano pulito, e applicare uno strato di crema specifica disponibile presso il nostro studio.


Solo dopo che il tattoo sia ben asciutto fino al completo assorbimento e applicarla ogni qualvolta si senta iniziare a tirare la pelle per continuare a reidratare facendo attenzione nei giorni successivi in cui si potrebbero formare delle piccole croste a
non rimuoverle forzatamente nell’applicazione della crema. ( lavarlo e mettere la crema farà più o meno male, sempre meglio che far rovinare il tattoo ).

Raccomandazioni finali


Dopo la guarigione superficiale ( circa una settimana ) continuare ad applicare più volte al giorno una crema idratante fino ad avere la pelle bella liscia e tonica come prima dell’esecuzione del tattoo. Non fare bagni in piscina, in mare, saune, bagni turchi, lampade, esposizioni solari, massaggi, cerette fino a guarigione completa del tattoo, la quale avrà tempi differenti in ognuno di voi in base alla vostra pelle, posizione e alla dimensione del tattoo. Per evitare il precoce invecchiamento del tatuaggio si consiglia di usare una protezione totale ogni qualvolta ci si esponga al sole o lampade solari.

Pin It on Pinterest

Share This